• Adorabili pelosi

    Quattro zampette e un musetto fondamentali per il ritrovamento di persone travolte dalle macerie Quattro zampette e un musetto che fiutano e sentono dove non arriva l’uomo. Quattro zampette e un musetto che mantengono viva anche la più fievole speranza. Quattro zampette e un musetto che fanno l’impossibile senza chiedere nulla in cambio. Io sono di parte, li adoro ma… come si fa a non amarli? “Ovviamente noi li addestriamo sin da piccoli a lavorare in condizioni particolari – spiega ancora Tufarelli – Partiamo con l’addestramento intorno ai 6 mesi e proseguiamo per circa due anni: per loro è un gioco, li condizioniamo da cuccioli a cercare tra le macerie…