Altre Storie,  Lifestyle (food for soul, beauty and more)

La leggerezza del cuore

A proposito di leggerezza, ogni volta che arriva la sera, dopo tutte le varie faccende di casa, mi fermo anzi x l’esattezza mi siedo sulla sedia a dondolo e rifletto. Sento il bisogno di regalarmi un po’ si salutare leggerezza.

Un termine che potrebbe anche esser frainteso perché può letteralmente significare superficialità o poca importanza. Tutt’altra rilevanza ha per me, che considero la leggerezza del cuore un concetto che in gioventù era totalmente sconosciuto,  ma che ha acquistato un enorme valore con il passare degli anni. Soprattutto con l’arrivo di eventi tristi e a volte drammatici che, nella vita di ognuno di noi si alternano, per fortuna, ad eventi positivi e gioiosi.

Ho sempre bisogno del “cuor leggero” ma generalmente, è la sera il momento in cui ne sento maggiormente la necessità. La sera, quando le cose da fare, più o meno son state fatte e quando l’orologio sembra rallentare lo scandire dei minuti. Dai colori a me cari del tramonto, in avanti, inizia una fase di quiete e di decantazione.

La concentrazione forse cala un pochino per lasciar spazio alla riflessione e al discernimento degli eventi accaduti. Alla consapevolezza delle mie azioni e delle mille parole dette. Qui entra in gioco il mio bisogno di leggerezza. I pensieri negativi ora possono esser depositati nell’ultimo cassetto in fondo (come mi diceva sempre una caro amico quando mi lamentavo) E’ complicato ma sto affinando la tecnica con il passare degli anni e cerco di trovare la giusta valenza ad ogni mia sensazione, che spesso durante la giornata è amplificata dalla premura e dai vari impegni.

Anche fuori casa si percepisce un senso di malcontento e di toni esagerati e l’aleggiare di parole e suoni allegri e spensierati, mi aiuta moltissimo ad incanalare la negatività. Quindi appena posso, mi dedico alla lettura, all’ascolto di musica di ogni genere, ad ammirare il cielo o ancor meglio a seguire le “mossette” e le espressioni dolci di tutti gli animaletti simpatici che si incontrano per strada ma soprattutto quelle della mia micetta Fiorellino che ogni sera mi diletta con lue corsette e giravolte bizzarre. Cerco spesso di fare qualcosa di piacevole affinché tutto diventi meno gravoso.

I problemi di salute resteranno sempre, le preoccupazioni per chi amo saranno sempre nei miei pensieri,  non si allontaneranno le problematiche della vita,  e  tutto quello che nel mondo accade ogni giorno,  ma con il cuor leggero ogni cosa cercherò di affrontarla con il piglio giusto.

E rimarco il termine “piglio” con un pensiero dolce e di ammirazione verso chi, questo termine, lo usava di frequente!