Altre Storie,  Lifestyle (food for soul, beauty and more)

Il profumo dei ricordi

Mi succede ormai da sempre. Ogni volta che riordino o cerco un oggetto, ne trovo sempre un altro che avevo smarrito. E anche pochi giorni fa mentre mettevo sottosopra un cassetto, ho trovato una boccettina di profumo (quelle piccole che ti regalano in profumeria le commesse gentili, per farti conoscere essenze nuove o per farti ritornare da loro!) Un profumo che appena avevo spruzzato sul polso mi aveva colpita, e anche ora che lo risento nell’aria, mi da le stesse emozioni antiche! Si, antiche, perché ero una ragazzina che non vedeva l’ora di diventare una donna, e una mamma.

Il mondo dei profumi é un mondo per sognatori, per romantici e per tutti coloro che con la loro sensibilità notano le piccole sfumature della vita, quelle che seppur invisibili (come un’essenza che aleggia nell’aria) ti infondono positività e allegria. La stessa allegria che mi trasmetteva la mia figlioletta, quando la stringevo fra le mie braccia e mi inebriava di un dolce profumo. Il profumo dei bimbi, puro e delicato.

Un profumo ha il potere di far emozionare, di tirare su il morale quando ci si sente un po’ giù. Mi fa viaggiare nel tempo riportando alla memoria persone e posti ai quali non pensavo da molto. Un profumo può far innamorare, fa sentire così in pace col mondo che poi non lo si scorda più. Adoro i profumi, le essenze, gli odori e gli aromi, e li associo spesso ad eventi, a ricordi, a luoghi e a persone. Tanti anni fa, un’amica cara di mia madre, che da tutti si faceva chiamare Titti, mi regalò il mio primo rossetto senza colore, lucido e profumatissimo da farmi girare la testa. Ancora oggi quando mi capita di sentire un profumo simile mi torna in mente la Titti, dolce e cara! L’importanza delle piccole cose.

 

97 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.